ams semplifica l’implementazione di funzionalità 3D come il riconoscimento facciale

 

Il nuovo modulo ibrido Merano di ams è il più piccolo sistema di illuminazione IR del mondo che combina emettitore e driver laser,  stack ottico e monitoraggio della sicurezza degli occhi.

Ams rende più facile per gli OEM implementare le popolari funzionalità 3D lanciando Merano Hybrid, un modulo che integra tutti i componenti elettrici ed ottici di un illuminatore a infrarossi (IR) e un driver VCSEL in un unico compatto package. Questa è l’ultima di una serie di innovazioni in corso ed estensioni di portafoglio che soddisfano le esigenze del mercato dei clienti di ams in tutto il mondo, e un esempio della leadership tecnologica di ams nell’illuminazione 3D.
Il Merano-Hybrid 2W ad alta efficienza energetica è adatto all’uso con le più recenti tecnologie di rilevamento 3D, inclusi i metodi Time-of-Flight e Structured Light. Applicazioni come il riconoscimento facciale, la realtà aumentata, la scansione di oggetti 3D e il rendering di immagini 3D, nonché altre applicazioni industriali e automobilistiche, trarranno vantaggio dall’uso di Merano Hybrid.
Lukas Steinmann, vicepresidente e direttore generale della linea di business Moduli e soluzioni di rilevamento 3D di ams, ha dichiarato: “Approfittando della competenza unica di ams nella tecnologia optoelettronica avanzata, il modulo Merano Hybrid è il più piccolo sistema di illuminazione IR al mondo con Driver VCSEL integrato nella produzione in volumi. Ora i produttori di telefoni cellulari possono ridurre sostanzialmente i tempi di sviluppo e il rischio di funzionalità 3D e fare affidamento sulle caratteristiche prestazionali verificate e documentate di questa soluzione commerciale standard per l’illuminazione delle inondazioni.

In che modo Merano Hybrid rende più semplice lo sviluppo abilitando popolari funzionalità 3D.

Un illuminatore a infrarossi costituito da un emettitore laser IR, un driver per controllare il funzionamento del laser, una lente e un diffusore per modellare il raggio, oltre a varie funzioni di sicurezza e protezione, fornisce l’emissione di luce modulata che, ad esempio, il sistema di riconoscimento facciale rileva quando viene riflesso dall’utente.
In precedenza, gli OEM dovevano realizzare un illuminatore a se stante composto da più componenti elettrici e ottici discreti, un compito difficile in termini di progettazione e produzione.
Ora, con l’introduzione di Merano Hybrid, gli OEM possono utilizzare un modulo completo, pronto per l’integrazione, un package SMD che misura appena 5,5 mm x 3,6 mm per 3,7 mm di altezza. Questo sistema risulta più facile da alloggiare all’interno della custodia di un telefono cellulare rispetto a un sistema più grande, composto da componenti discreti.
ams ha anche integrato nel modulo Merano Hybrid un fotodiodo dedicato e un anello di interblocco per il monitoraggio della sicurezza degli occhi. Ciò riduce significativamente la quantità di lavoro aggiuntivo richiesto agli OEM per ottenere la certificazione di sicurezza della vista di Classe 1.
Merano Hybrid presenta l’emettitore IR VCSEL migliore della categoria e un’ottica su wafer precisa per la modellazione e la diffusione del fascio, garantendo un’efficienza molto elevata. Il basso consumo energetico del modulo Merano Hybrid riduce il consumo della batteria del telefono e facilita la gestione dell’alimentazione del sistema.

Mappe di profondità più nitide e dettagliate per applicazioni 3D avanzate. La combinazione di Merano Hybrid tra un emettitore VCSEL ad alta efficienza e un driver laser ad alta frequenza è stata ottimizzata per l’uso in applicazioni 3D mobili. Supporta una modulazione molto rapida dell’output del laser, che a sua volta consente applicazioni avanzate che richiedono una maggiore precisione e mappe di profondità 3D dettagliate. Ad esempio, un importante produttore di smartphone basati su Android sta già utilizzando questa tecnologia per valutare la profondità e la distanza per portare la fotografia a nuovi livelli sulle telecamere posteriori. Utilizzati insieme ad applicazioni di misurazione e video live precaricate, i clienti possono ora sfocare lo sfondo in tempo reale mentre realizzano un video, aggiungendo un tocco più creativo ai film. Possono anche passare facilmente dalla messa a fuoco in primo piano a quella di sfondo, per cambiare la messa a fuoco con un tocco. Nel frattempo, abbinata all’app di misurazione, la videocamera funge da videocamera 3D, giudicando larghezza, altezza, area, volume e altro quando si inserisce un oggetto nella cornice.

Attualmente il modulo Merano Hybrid è disponibile in campioni. Ulteriori informazioni:

https://ams.com/merano-hybrid

 

 

 

 

Post correlati

Commenta questo articolo