Anritsu presenta la prima soluzione per i test in laboratorio e sul campo delle SIM Card embedded veicolari

La soluzione – nata dalla partnership tra Anritsu, Thales e PSA – consente il passaggio rapido dal test in ambiente reale al test in laboratorio.

Anritsu, Thales e la casa automobilistica PSA hanno messo a punto la prima soluzione al mondo in grado di testare le funzionalità delle SIM Card embedded, integrate nei veicoli, sia in un ambiente di laboratorio che in una rete reale, con un rapido passaggio tra i due ambienti.

Basata sulla piattaforma del simulatore di stazione base MD8475x di Anritsu e sull’On-Demand Subscription Manager (OSM) di Thales, la soluzione consente a Groupe PSA di condurre un test di laboratorio completo del veicolo con l’eSIM integrata nell’unità di controllo telematico (TCU) dell’auto.

L’eSIM veicolare consente la connessione alla rete dell’operatore di telefonia mobile fornendo connettività ai veicoli del gruppo PSA. Fino ad ora, un solo ambiente alla volta, sul campo o in laboratorio, poteva essere utilizzato nella validazione e nel test di verifica del veicolo.

La nuova soluzione garantisce che l’eSIM possa essere facilmente commutata al profilo di laboratorio, consentendo al team di test di controllare tutti gli aspetti dell’ambiente di rete simulato, così come tutte le misurazioni. Ciò è particolarmente importante nell’industria automobilistica, dove la sicurezza è una priorità.

Utilizzando Thales OSM, i profili possono essere comodamente commutati via radio con la semplice pressione di un pulsante. Durante l’integrazione, la soluzione ha mostrato che poteva passare dal profilo live a quello di test e viceversa: inizialmente connesso all’operatore di rete mobile (MNO), l’eSIM ha cambiato la sua connettività alla rete radio di test dal simulatore della stazione base.

La nuova soluzione offre grandi vantaggi rispetto ai precedenti modi di scambiare i profili, uno dei quali prevedeva la rimozione fisica  della SIM Card e la sua sostituzione con un’altra, con ritardi e possibili danneggiamenti. Un’altra alternativa riguarda l’uso dei comandi nella TCU, operazione molto delicata, che potrebbe portare a modifiche indesiderate e pericolose del firmware della TCU.

Oltre che nell’industria automobilistica, la soluzione può essere utilizzata in qualsiasi applicazione che utilizzi SIM Card embedded, come nei sempre più numerosi dispositivi per IoT.

Martin Varga, EMEA Wireless and Custom Solution Team Leader di Anritsu afferma: “Questa nuova soluzione, grazie anche ai nostri partner, dimostra come Anritsu abbia le capacità di supportare un’ampia gamma di impegnativi ambienti di test. Accelerando i test dei veicoli con SIM Card embedded e offrendo ai clienti il controllo completo del flusso di test, garantiremo enormi vantaggi a qualsiasi settore in cui questa tecnologia gioca un ruolo di primo piano“.

Cyril Vialleton Architecture Network Security for Connected Car presso Groupe PSA afferma: “Oggi questa tecnologia porta molti vantaggi a Groupe PSA, offrendo grande flessibilità ai team che sviluppano applicazioni presenti e future nell’ambito dei gateway telematici dei nostri veicoli. Consente inoltre la convalida dei casi d’uso di eSIM, ad esempio nelle campagne di migrazione OTA MNO per lo sviluppo internazionale dei nostri servizi connessi, e consente l’approvazione semplificata del processo di omologazione per le chiamate di emergenza (eCall) dei nostri veicoli.”

Christine Caviglioli VP Automotive di Thales afferma: “Con oltre 240 piattaforme di connettività già implementate, Thales ha una comprovata esperienza nella tecnologia eSIM e nei relativi servizi di gestione degli abbonamenti. La nostra partnership con PSA e Anritsu, dimostra come sia possibile cambiare il fornitore di connettività per i veicoli in un ambiente di laboratorio. Insieme alimentiamo la fiducia nella sicurezza delle auto connesse.

 

 

 

 

Post correlati

Commenta questo articolo