Scegliere il giusto protocollo Ethernet industriale

di Vibhoosh Gupta Le applicazioni di automazione industriale si basano sulla connettività dai livelli più bassi a quelli più alti. Le connessioni di campo più basilari sono i punti di I/O cablati, che nel corso degli anni sono stati integrati e poi sostituiti dai bus di campo industriali. Per le comunicazioni tra gli elementi di automazione di livello superiore sono più adatti reti e protocolli di altro tipo. Nell’ultimo decennio, un progresso significativo è stato il crescente utilizzo di Ethernet per la connettività industriale. Ethernet è emersa come un chiaro…

Due modi per azzerare gli errori della catena del segnale con amplificatori chopper

di Evan Sawyer, Systems Engineer, Precision amplifiers, Texas Instruments Con l’aumentare della necessità di catene di segnale a maggiore risoluzione e velocità per apparecchiature industriali (come controllori logici programmabili, bilance e apparecchiature di test automatizzate), aumenta anche la necessità di amplificatori ad alta precisione che agiscano come driver di convertitori analogico/digitale (ADC) e buffer di riferimento di tensione in tali catene di segnale. In questo articolo, tratteremo due comuni problemi che si verificano durante la progettazione di una catena di segnale di precisione e come risolverli. Per prima cosa, è…

La Memoria Frammentata

La profondità di memoria di un oscilloscopio digitale rappresenta il numero massimo di punti (campioni) che lo strumento è in grado di memorizzare e che in fase di visualizzazione andranno a ricostruire la forma d’onda memorizzata. In altre parole, la profondità della memoria dell’oscilloscopio rappresenta la quantità massima di punti disponibile per un’acquisizione. Quanto più è profonda la memoria, tanto maggiore può essere mantenuta elevata la frequenza di campionamento quando si esegue la cattura di un segnale per periodi di tempo prolungati. Ciò a sua volta permette di ottenere misurazioni…

Le memorie UFS

La sigla UFS (Universal Flash Storage) identifica la tecnologia costruttiva utilizzata, sicuramente il futuro per l’archiviazione dati mobile. Si tratta di uno standard definito dalla JEDEC Solid State Technology Association ed al cui sviluppo hanno contribuito i leader del mondo dell’elettronica, Nokia, Sony Ericsson, Texas Instruments, STMicroelectronics, Samsung, Micron, SK Hynix. Nel caso delle memorie UFS il chip contiene sia il modulo di memoria Flash utilizzato per archiviare i dati, sia il controller e l’interfaccia di comunicazione. L’UFS garantisce ottime performance in lettura e scrittura (fino ad arrivare ai 1.333MB/s…

La tecnologia NFMI

NFMI (Near Field Magnetic Induction) è una tecnologia wireless a corto raggio per streaming audio e dati wireless che utilizza un campo magnetico strettamente accoppiato tra i dispositivi. L’NFMI consente anche comunicazioni wireless nelle vicinanze del corpo umano, affidabili, sicure ed efficienti dal punto di vista energetico. Per questo motivo i dispositivi NFMI sono particolarmente indicati per supportare soluzioni di comunicazione per WBAN (Wireless Body-Area Network), ovvero per realizzare dispositivi in ambito medico che si trovano a stretto contatto col corpo umano. In questo caso la tecnologia Bluetooth non è…

Il protocollo 100BASE-T1

Lo sviluppo del protocollo Ethernet 100BASE-T1 (IEEE 802.3bw) è stato pensato per soddisfare le nuove esigenze del settore automobilistico: i sistemi avanzati di assistenza alla guida richiedono una velocità di trasferimento dei dati più elevata, per sfruttare tutte le informazioni acquisite dalle numerose telecamere, oltre a una bassa latenza, per gestire efficacemente il controllo adattativo durante la marcia. Le reti Ethernet consentono di supportare comunicazioni dati veloci e a costi contenuti collegando a un bus comune i diversi sottosistemi elettronici presenti nel veicolo. L’adozione della tecnologia Ethernet permette di semplificare…

Jitter, questo sconosciuto

In elettronica e telecomunicazioni il termine jitter definisce la deriva di una o più caratteristiche di un segnale come, ad esempio, l’ampiezza, la frequenza o la fase. Il fenomeno può manifestarsi anche nei bus usati nei computer come l’USB, il PCI-e, il S-ATA. Il jitter può essere assimilato a un segnale variabile nel tempo, quindi per esso si possono definire un valore efficace (RMS) ed uno di cresta o un valore picco-picco; inoltre se ne può dare una rappresentazione attraverso lo spettro di potenza. Il periodo di jitter è l’intervallo…

Carta di Smith

La carta di Smith è uno strumento molto usato per risolvere tutti i problemi di adattamento delle linee a radiofrequenza. Si tratta un diagramma circolare, costituito da due serie di circonferenze che si intersecano e che consentono di determinare l’impedenza, o più spesso, l’ammettenza, nelle sue due componenti, reale ed immaginaria, della linea in ogni suo punto. L’uso della carta di Smith è cresciuto in modo costante negli anni ed essa è ancora oggi largamente utilizzata, non solo come aiuto nella risoluzione di alcuni problemi, ma anche per mostrare graficamente…