Mouser Electronics lancia i calcolatori di conversione online per velocizzare il processo di progettazione elettronica

Mouser Electronics offre ora una vasta gamma di calcolatori online ideati per aiutare i progettisti a risparmiare tempo.  Il Centro Risorse Tecniche di Mouser offre ai progettisti libero accesso a 14 differenti calcolatori online, inclusi il Calcolatore di Codice Colore per Resistori, il Calcolatore Legge di Ohm e un’ampia gamma di utili calcolatori di conversione e calcolo di grandezze elettriche. Calcolatori di conversione: • Calcolatore di conversione dell’energia da BTU a Joule • Calcolatore di conversione della capacità • Calcolatore da decimale a frazione • Calcolatore di conversione della lunghezza…

Le tecnologie di memoria NVMe e NVMe-oF

NVMe (Non Volatile Memory Express) e NVMe over Fabrics (NVMe-oF) sono due protocolli di comunicazione sviluppati specificatamente per le unità di memoria allo stato solido (SSD) da un consorzio di aziende (NVM Express Inc.) con lo scopo di sfruttare al massimo le capacità di queste memorie, le cui prestazioni sono limitate dai protocolli SATA/AHCI sviluppati in passato per pilotare gli hard disk, le unità di memoria elettromeccaniche che noi tutti conosciamo. Lo stack SCSI, progettato per HDD, presenta infatti molti elementi specifici per i supporti a rotazione, accessibili mediante testine…

POL, Point-of-Load

L’espressione Point-of-Load identifica sia una particolare topologia circuitale che i moduli di alimentazione specifici per questo impiego. Nelle apparecchiature elettroniche con un elevato livello di complessità, lo stadio di alimentazione fornisce una sola o al massimo due tensioni mentre, spesso, sono necessari più livelli. Non solo: esistono una serie di dispositivi elettronici (FPGA, ASIC, memorie) che presentano una tensione di alimentazione molto bassa ed un consumo di corrente molto alto. Utilizzare lo stadio di alimentazione principale per fornire anche queste tensioni significherebbe utilizzare delle piste, spesso lunghe, attraversate da decine…

Full Width at Half Maximum

La sigla FWHM significa Full Width at Half Maximum (FWHM) ovvero “larghezza a metà altezza”. Questa espressione viene utilizzata in vari campi, anche per la larghezza di banda di un sensore, misurata prendendo come riferimento un valore pari a metà altezza della rappresentazione grafica. In elettronica viene utilizzata più frequentemente l’attenuazione espressa in decibel, ovvero vengono presi come riferimento per misurare la banda passante i punti del grafico in cui l’attenuazione è pari a – 3dB. Ciò si traduce in una riduzione dell’ampiezza del 30%.

Densità spettrale di rumore: una nuova metrica per l’ADC?

Negli ultimi decenni, la metrica più comunemente utilizzata per valutare le prestazioni dei convertitori analogico-digitali (ADC) ad alta velocità è cambiata, anche se piuttosto lentamente, a seguito delle richieste di larghezza di banda dei sistemi di acquisizione di segnale, insaziabili e in continua crescita. A sua volta, è cambiato anche il modo di misurare le prestazioni di un ADC. Negli anni ‘80, un ADC veniva valutato basandosi in larga misura sulle sue specifiche dc, come la non linearità differenziale e integrale (DNL e INL). Negli anni ‘90, la valutazione di…

La spettroscopia NIR

  La spettroscopia è una tecnica per identificare le sostanze in base alla loro risposta a uno spettro di lunghezze d’onda. In particolare, la spettroscopia NIR (Near Infra Red, ossia vicino infrarosso) stimola il campione da analizzare con le lunghezze d ’onda della luce comprese tipicamente fra 780 e 2.500 nm. A seconda dello stato fisico del materiale campione, la risposta spettrale può essere misurata utilizzando misure di riflettanza (solidi) o di assorbanza (liquidi e gas). Le “firme spettrali” nel NIR sono dominate dalla presenza di legami idrogeno quali O-H,…

Lo standard mikroBUS

Lo standard mikroBUS – messo a punto dalla società MikroElektronika – definisce un sistema fisico di connessione tra schede madri a microcontrollore/microprocessore e schede o moduli di espansione. Utilizzando questo standard per la realizzazione di breakout board, moduli di espansione, sensori, interfacce, ecc., sarà possibile utilizzare successivamente questi moduli con differenti schede madri o board di sviluppo. MikroElektronika – che collabora con i principali produttori e distributori di semiconduttori – ha realizzato negli ultimi anni qualche centinaio di add-on per le applicazioni più disparate, (definite click boards) che rappresentano per le schede madri e i sistemi di sviluppo di…