Renesas lancia i nuovi prodotti Rad-Hard con package plastico

La nuova linea di prodotti garantisce elevata affidabilità e permette una riduzione dei valori SWaP; l’integrazione in un unico package di gate driver e FET GaN fornisce prestazioni di assoluta eccellenza Renesas Electronics Corporation (TSE: 6723), uno dei principali fornitori di soluzioni avanzate basate su dispositivi a semiconduttori, ha presentato oggi una nuova linea di dispositivi resistenti alle radiazioni (rad-hard) con package plastico per i sistemi di gestione delle alimentazioni dei satelliti. I quattro nuovi dispositivi includono il regolatore buck ISL71001SLHM/SEHM, gli isolatori digitali ISL71610SLHM, ISL71710SLHM ed il GaN FET ISL73033SLHM da 100V con driver low-side integrato.…

Microchip presenta un transceiver PHY Ethernet per applicazioni ground-based aerospaziale e militare 

I Transceiver Gigabit Ethernet PHY Commercial-Off-The-Shelf (COTS) rinforzati costituiscono una soluzione conveniente per aeronautica militare, velivoli militari e sistemi di comunicazione.  Aerei, veicoli militari e sistemi ground-based, che si affidino a intelligenza, informazioni,  e connettività sicura per supportare missioni di successo sono attivati da tecnlogia avanzata e progettata per funzionare in condizioni ed eventi ambientali e di temperatura estremi. Microchip Technology ha annunciato il suo nuovo  VSC8540/41 Gigabit Ethernet PHY RMII / RGMII Transceiver – un dispositivo Commercial Off-The-Shelf (COTS)-based e upgradato per utilizzo in applicazioni di Avionica o Militari.…

Le quattro tendenze nella gestione della potenza in ambito spaziale da tenere d’occhio nel 2020

I progetti per l’architettura di potenza per applicazioni spaziali sono storicamente in ritardo rispetto al mondo commerciale a causa della complessità della progettazione di circuiti integrati hardened per resistere alle radiazioni. Oggi la situazione è in rapido cambiamento. Gli sviluppi nella tecnologia 5G stanno alimentando le richieste di maggiore larghezza di banda e di copertura Internet globale, spingendo quindi molti paesi a lanciare nello spazio sempre più satelliti, mentre una maggiore richiesta di funzionalità e protezione è alla base della crescente necessità di speciali circuiti integrati di potenza per uso…

Maker Faire Rome: un’edizione ricca di novità e completamente carbon free

Dal 18 al 20 ottobre torna Maker Faire Rome Aperte tutte le call: spazio a makers, scuole, università e centri di ricerca Robotica, intelligenza artificiale, economia circolare, IoT – Internet delle cose, mobilità smart, spazio, artech ed edilizia sostenibile tra i temi protagonisti dell’edizione 2019 Tra le tante novità, “Ask me everything”, una nuova piattaforma dedicata alle Pmi Con l’apertura della Call for Makers il 3 aprile scorso è ufficialmente partita la lunga rincorsa alla “Maker Faire Rome – The European Edition”. Dal 18 al 20 ottobre 2019 torna, infatti,…

L’Italia spaziale entra nel Deep Space Network

Il Sardinia Deep Space Antenna (SDSA) a partire da gennaio diventerà ufficialmente operativo nell’ambito del Deep Space Network della NASA, ma fornirà servizi di comunicazione e navigazione anche per le sonde interplanetarie europee, specializzandosi in particolare per quelle marziane, in vista della Human Exploration del pianeta. Il SDSA nasce grazie ad accordi tra l’ASI e l’INAF ed a uno specifico accordo ASI – NASA, che ne assicura l’impiego per una molteplicità di missioni interplanetarie in collaborazione con il Jet Propulsion Laboratory – (JPL Gli accordi stipulati tra ASI e INAF…

Radar satellitari e GPS rilevano scorrimenti di faglie asismici

Durante la lunga sequenza sismica che ha interessato il Pollino dal 2010 al 2014, non si sono verificati solo terremoti ma anche dei lenti e continui scorrimenti di faglie privi di attività sismica. A svelarlo per la prima volta lo studio appena pubblicato sulla rivista Scientific Reports di Nature di un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), dell’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IREA-CNR) in collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile. I risultati dello studio gettano una nuova luce sulla…

Google Lunar X Prize, ecco i 5 finalisti

La competizione spaziale sponsorizzata da Google entra nella fase finale con la selezione dei 5 team che si contenderanno i 30 milioni di dollari del Google Lunar X Prize. Vincerà chi riuscirà a mandare entro quest’anno un rover sulla Luna il quale dovrà percorrere almeno 500 metri sulla superficie del satellite della Terra inviando immagini e video in alta risoluzione. Il team che completerà per primo la missione si aggiudicherà il Grand Prize di 20 milioni di dollari mentre 5 milioni andranno al secondo; i 5 milioni restanti andranno a…

Zero Robotics, le squadre italiane conquistano il podio

Ancora una volta tre squadre italiane si sono classificate ai primi tre posti del concorso Zero Robotics 2016 la cui finale si è svolta il 27 gennaio 2017. Scopo del concorso è quello di creare programmi per far girare, rotolare, muovere e librare nell’aria le SPHERES (Synchronised Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites), satelliti che si trovano all’interno della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Il concorso Zero Robotics nasce nel 2009 nei Laboratorio di Sistemi Spaziali del Massachusetts Institute of Technology (MIT) negli USA. La realizzazione di satelliti in miniatura nuovi…

Galileo accelera verso quota 14

Entro questa estate il sistema europeo di navigazione Galileo potrà contare su 14 satelliti in orbita: la Commissione europea ha infatti deciso di accelerare il dispiegamento del segmento spaziale anticipando a maggio il lancio con il Soyuz che era previsto a inizio 2017. La decisione è stata presa anche in conseguenza della piena disponibilità dei satelliti 13 e 14 realizzati dalla tedesca OHB: si tratta di satelliti FOC (Full operational capability), che hanno completato tutti i test previsti in ESTEC. Il lancio, seguito come sempre da Arianespace, sarà effettuato dallo Space Center dell’ESA nella Guyana francese, da dove a…

Stampante 3D nello spazio: esperimento riuscito

Stampare in 3D nello spazio è sempre più una realtà. Lo ha dimostrato l’astronauta Scott Kelly della Stazione Spaziale Internazionale che ha attivato Portable on Board Printer 3D la stampante tridimensionale progettata e realizzata in Italia con l’obiettivo di creare pezzi di ricambio e strumenti di lavoro direttamente in orbita. Durante l’esperimento, durato un’ora circa, tutto si è svolto come previsto ed è stato creato un piccolo oggetto di PLA. L’intera sessione è stata filmata attraverso una finestra trasparente della stampante stessa, consentendo il monitoraggio visivo da terra. L’oggetto fabbricato verrà comparato con un altro analogo stampato a terra, per poter…