Collaborazione tra Murata e Google per sviluppare il più piccolo modulo AI con integrata l’intelligenza artificiale di Coral

Murata ha annunciato di aver realizzato, in collaborazione con Google, il più piccolo modulo al momento disponibile per applicazioni di intelligenza artificiale (AI). Frutto di un progetto specifico, il nuovo modulo acceleratore Coral integra il circuito ASIC Edge TPU (Tensor Processor Unit) sviluppato da Google in un package miniaturizzato. Una soluzione di questo tipo permette di superare alcuni dei principali ostacoli legati all’implementazione di soluzioni basate sull’intelligenza artificiale in dimensioni estremamente compatte. La miniaturizzazione è un concetto chiave in quanto lo spazio disponibile a bordo di una scheda deve essere ottimizzato per ottenere un funzionamento affidabile in applicazioni dove gli ingombri rappresentano un elemento critico. Il risultato di questa collaborazione è una soluzione in grado di accelerare i calcoli algoritmici richiesti per eseguire le applicazioni di intelligenza artificiale.

Il modulo acceleratore Coral è una soluzione innovativa – ha sottolineato  Sean Kim, responsabile del Connectivity product marketing group di Murata – che ci permette di offrire un blocco base importante per l’ecosistema di dispositivi che sfruttano le potenzialità dell’intelligenza artificiale alla periferia della rete. Questo modulo si propone come un nuovo modello di riferimento per la realizzazione dei dispositivi intelligenti della prossima generazione. La fiducia riposta da Google nella nostra tecnologia, nei nostri processi e nei nostri materiali è una chiara testimonianza dell’affidabilità del processo di realizzazione dei moduli multichip di Murata”.

Il nostro obiettivo è consentire l’utilizzo dell’intelligenza artificiale integrata a bordo dei dispositivi per lo sviluppo di nuove applicazioni nei più diversi settori, dalla produzione alla sanità all’agricoltura” – ha detto Vikram Tank, product manager di Coral. “Grazie alla collaborazione con Murata, che ci ha permesso di rendere disponibile questo modulo acceleratore con a bordo la TPU Edge di Google in un package robusto, saldabile e di semplice integrazione, molti utente potranno sfruttare le potenzialità dell’intelligenza offerta da Coral nei loro prodotti destinati ai più svariati ambiti applicativi”.

L’obiettivo di Coral è consentire un passaggio in tempi brevi dalla prototipazione alla produzione di applicazioni basate sull’intelligenza artificiale eseguite a livello di dispositivo. A tal fine la società mette a disposizione un toolkit completo di componenti hardware, tool software e modelli pre-compilati necessari per realizzare dispositivi dotati di intelligenza artificiale locale. Il modulo AI è parte integrale della piattaforma Coral ad alto grado di integrazione che può essere implementata in una miriade di applicazioni nei più diversi comparti industriali.
Murata ha operato in sinergia con Coral al fine di conferire a questo modulo AI le caratteristiche di flessibilità, scalabilità e compatibilità necessarie per l’integrazione nelle applicazioni che utilizzano la tecnologia Coral. Per conseguire tale scopo Murata ha sfruttato le sue risorse globali e messo a frutto la propria competenza pluri-decennale acquisita nei settori della progettazione ad alta densità e nell’integrazione dei componenti.

Il modulo acceleratore Coral sarà disponibile nei primi mesi del 2020 attraverso il sito Web della società. Ulteriori informazioni su questa tecnologia sono disponibili all’indirizzo www.coral.ai

 

 

 

Post correlati

Commenta questo articolo