Collaborazione tra Percepio e Lauterbach per accelerare il debug

Percepio®, azienda specializzata nello sviluppo di strumenti per la visualizzazione di trace software per sistemi embedded e dispositivi IoT e Lauterbach, produttore leader di una linea completa, modulare e aggiornabile di tool di sviluppo per microprocessori, hanno annunciato una collaborazione finalizzata ad accelerare la fase di debug attraverso una più stretta integrazione tra Tracealyzer® di Percepio e la serie di tool di tracing di fascia alta TRACE32® di Lauterbach.

 

 

Il primo frutto di questa cooperazione è un’integrazione che consenta agli utenti di Lauterbach che lavorano con i microprocessori con core Arm Cortex-M di visualizzare lo streaming in tempo reale dei dati di trace software nel tool TraceAlyzer di Percepio, fornendo in tal modo una diagnosi del trace di tipo visuale che permette di accelerare le fasi di debug e di verifica. La soluzione, descritta in una recente nota applicativa di Percepio, sfrutta la loro libreria di registrazione del trace che supporta sistemi operativi real-time come FreeRTOS e SAFERTOS®.

“Lauterbach è lieta di aver avviato questa collaborazione con Percepio” – ha sottolineato Norbert Weiss, managing director di Lauterbach GMBH. “Essa offre ai nostri clienti il vantaggio di utilizzare le capacità di tracing ad alta velocità e di tipo non intrusivo di TRACE32 in abbinamento all’analisi dettagliata offerta da Tracealyzer. Si tratta della combinazione ideale per individuare errori e difetti difficilmente rilevabili, come a esempio le condizioni di race oppure problemi di temporizzazione che si verificano sporadicamente”.

“Intravediamo enormi potenzialità legate all’utilizzo di soluzioni di tracing di fascia alta come TRACE32 e µTrace di Lauterbach in abbinamento alle funzionalità di visualizzazione avanzate di Percepio” – ha sostenuto Johan Kraft, CEO di Percepio. “L’integrazione con i tool di Lauterbach permette agli utilizzatori di Tracealyzer di registrare i dati durante l’esecuzione a una velocità senza precedenti utilizzando µTrace per Arm Cortex-M. Essa consente inoltre agli utenti di Lauterbach di ottenere informazioni con un livello di dettaglio decisamente superiore grazie a Tracealyzer. Il prossimo passo è utilizzare i dati di trace hardware ricavati da TRACE32 all’interno di Tracealyzer per poter mostrare informazioni ancora più approfondite. Abbiamo una soluzione funzionante in fase di sviluppo e stiamo collaborando da tempo con Lauterbach su questa evoluzione”.

L’obiettivo finale è consentire a tutti i clienti di Lauterbach di accedere con Tracealyzer a una diagnostica visuale basata sui dati di trace hardware. Le due società hanno già clienti comuni che richiedono questa funzionalità e annunceranno ulteriori prodotti durante la seconda metà del 2021.

 

Post correlati

Commenta questo articolo