Da STMicroelectronics un’offerta di connettività cellulare sicura per l’IoT industriale e le applicazioni automobilistiche

 

L’offerta ST4SIM include SoC SIM (eSIM) di tipo automotive e industriale oltre alla SIM standard machine-to-machine,  servizi di fornitura da parte di partner di fiducia comprovati, conformità GSMA per l’interoperabilità e la facilità d’uso, produzione e personalizzazione presso siti accreditati GSMA in Europa e nel sud-est asiatico.

STMicroelectronics ha creato un ecosistema completo per il collegamento sicuro dell’IoT industriale (IIoT) e dei sistemi automobilistici alle reti cellulari.

Offrendo un accesso semplice a diverse reti e servizi in tutto il mondo, la soluzione ST semplifica la connettività per i casi d’uso IIoT come il monitoraggio remoto delle condizioni e la manutenzione predittiva, nonché i servizi di guida connessa come infotainment, diagnostica del veicolo e assistenza di emergenza.

ST fornisce hardware e software sicuri: un’ampia gamma di solide SIM integrate e industriali (eSIM) qualificate per il settore automobilistico, pronte per lavorare con GSMA standard del settore o profili bootstrap proprietari. I partner Arkessa, Arm e Truphone, con milioni di implementazioni di dispositivi machine-to-machine (M2M) e attivazioni eSIM, forniscono e gestiscono piattaforme di device-onboarding e service-provisioning.

I servizi di provisioning consentono ai dispositivi IoT contenenti le eSIM di connettersi automaticamente alle reti cellulari e beneficiare della gestione flessibile delle sottoscrizioni a vita. Ognuno dei partner / operatori nominati della ST può accedere a centinaia di reti cellulari di tutti i tipi, tra cui 2G, 3G, 4G, LTE CAT-M (connettività wide-area a bassa potenza) e NB-IoT (IoT a banda stretta), in gran numero di territori in tutto il mondo.

La nostra soluzione di connettività M2M comprende hardware di alta qualità, sicuro e conveniente, con connettività e gestione delle sottoscrizioni fornite da operatori di fama mondiale,” ha affermato Laurent Degauque, direttore marketing della divisione Secure Microcontroller, STMicroelectronics. “La sua flessibilità, portata globale e sicurezza comprovata a tutti i livelli, dalla eSIM al fornitore di servizi, consentono ai nostri clienti di implementare servizi di connessione innovativi in ​​modo rapido ed efficiente ovunque siano necessari.”

ST produce e personalizza in modo sicuro tutte le eSIM presso i siti accreditati GSMA SAS-UP (Security Accreditation Scheme UICC Production) in Europa e nel Sud-est asiatico.

Ulteriori informazioni tecniche:
La famiglia ST4SIM di ST offre ai clienti una gamma completa di opzioni per dispositivi IoT, incluse eSIM di livello industriale e automobilistico in più pacchetti.

Le eSIM ST4SIM-110x e ST4SIM-200x sono basate sul microcontrollore di sicurezza ST33G ST, che implementa il processore Arm SecurCore  SC300 a prova di manomissione e funzionalità di sicurezza extra tra cui acceleratori crittografici hardware.

ST4SIM-110M e ST4SIM-200M conformi GSMA sono eSIM di livello industriale offerti in DFN 6mm x 5mm (MFF2) compatte e convenienti con fattore di forma WLCSP.

ST4SIM-110A e ST4SIM-200A conformi GSMA per uso automobilistico sono qualificati AEC-Q100 e sono disponibili in DFN 6mm x 5mm (MFF2) e TSSOP-20.

Progettato per soddisfare i requisiti di affidabilità industriale e automobilistica, il package MFF2 presenta fianchi bagnabili che assicurano qualità e ispezionabilità a livello di pin saldato sulla scheda.

Tutti i dispositivi sono progettati per essere conformi alle norme Common Security CC EAL5 + sulla sicurezza, specifiche ETSI e GSMA 3GPP per la connessione a reti cellulari 2G, 3G e LTE, incluso NB-IoT. Le eSIM sono dotati di un sistema operativo avanzato che soddisfa le specifiche Java Card e GlobalPlatform. Sono inoltre disponibili applet Java Card per servizi verticali.

I dispositivi di livello industriale e qualificati per il settore automobilistico sono specificati nell’intervallo di temperatura da -40 °C a 105 °C e sono conformi alla specifica ETSI M2M, TS 102 671.

 

Post correlati

Commenta questo articolo