Determinismo e massima sicurezza nelle architetture a Dominio o a Zona di prossima generazione per gli MCU Stellar di ST

  • ST ha sviluppato insieme con Bosch microcontrollori deterministici ad alte prestazioni in grado di gestire contemporaneamente applicazioni diverse
  • Il nuovo approccio permette di integrare applicazioni sviluppate in qualunque ambiente o architettura software, a differenza delle attuali piattaforme di integrazione basate su Linux/Posix
  • La memoria non volatile a cambiamento di fase (PCM) favorisce la sicurezza, offrendo la possibilità di cambiare il contenuto di un singolo bit e di aggiornamenti molto efficaci Over-the-Air senza richiedere il blocco temporaneo del sistema

STMicroelectronics ha rivelato ulteriori dettagli della sua serie di microcontrollori (MCU) Stellar per Automotive, dimostrando come questi dispositivi garantiscano l’esecuzione contemporanea, affidabile e deterministica di diverse applicazioni indipendenti in tempo reale. Si tratta di una delle sfide più difficili che i produttori debbano affrontare oggi nel settore Automotive a causa della complessità delle nuove architetture per l’auto che richiedono il consolidamento di applicazioni indipendenti in un unico microcontrollore ad alte prestazioni (Integration MCU). Tipicamente questo impone di scegliere tra determinismo o virtualizzazione. Stellar, invece, offre entrambe le cose.

Gli Integration MCU Stellar sono i pionieri di una nuova classe di dispositivi e sono progettati per offrire un’eccezionale potenza di calcolo, semplificando notevolmente l’esecuzione contemporanea e deterministica di applicazioni, con software e requisiti di sicurezza differenti da preservare in modo indipendente. Queste caratteristiche sono essenziali per rispondere alle esigenze delle architetture elettriche/elettroniche (E/E) della prossima generazione di veicoli connessi. Per raggiungere questo risultato, Stellar introduce funzionalità innovative, tra cui il supporto hardware per la virtualizzazione, che garantisce l’esecuzione simultanea di applicazioni multiple in modo deterministico e totalmente indipendente, supportando diversi livelli di sicurezza ASIL.

Le applicazioni, o Virtual ECU, coesistono in modo indipendente nel microcontrollore, e la non-interferenza tra di loro è garantita da diverse funzionalità all’interno del microcontrollore, tra cui l’accesso esclusivo ad aree di memoria, firewall e accessi controllati alle periferiche.

ST ha sviluppato questa nuova tecnologia con Bosch, il noto fornitore tier 1 di moduli elettronici per Automotive, per venire incontro alle future richieste di integrazione degli OEM.

“Abbiamo definito le funzionalità di Stellar per offrire una risposta adeguata alle sfide dell’integrazione, mantenendo al tempo stesso isolamento e compartimentazione,” ha affermato Axel Aue, Vice President di Bosch. “La potenza di calcolo per questo tipo di sistema è eccezionale, e le performance della memoria PCM sono almeno equivalenti, se non superiori, a quelle offerte dalle alternative basate su tecnologie Flash. Inoltre, per quanto riguarda gli aggiornamenti Firmware Over-the-Air (FOTA) Stellar ha dimostrato performance ottime, eseguendo l’aggiornamento dinamico del Firmware senza interruzioni e il passaggio immediato all’esecuzione del nuovo codice”.

“Abbiamo progettato Stellar per rispondere alle esigenze delle future architetture a Dominio/Zona e a quelle di sistemi di comunicazione orientati ai servizi, definendo obiettivi aggressivi in termini di prestazioni di real-time, sicurezza e determinismo,” ha commentato Luca Rodeschini, Strategy & Automotive Processors and RF Division General Manager del gruppo ADG di STMicroelectronics. “La valutazione e la validazione effettuate da Bosch ci forniscono la conferma di un esperto che i nostri team hanno saputo integrare alle eccellenti prestazioni real-time, una memoria non volatile PCM embedded dalle ottime prestazioni, oltre ad una efficiente virtualizzazione hardware, che offre isolamento sicuro e compartimentazione del software e garantisce a tutti al volante sicurezza e comodità.”

www.st.com

 

 

Post correlati

Commenta questo articolo