Il nuovo fotoaccoppiatore automotive offre il massimo valore di tensione collettore-emettitore pari a 200 V

Il dispositivo qualificato per automotive è adatto per numerose applicazioni nei veicoli ibridi/elettrici, incluso il monitoraggio della batteria

Toshiba Electronics Europe GmbH (“Toshiba”) annuncia un nuovo fotoaccoppiatore automotive con uscita a transistor ad alta tensione pensato per un’ampia gamma di applicazioni, che includono la comunicazione di segnali isolati in sistemi automotive quali i veicoli ibridi (HEV) e i veicoli elettrici a batteria (BEV).

Il nuovo TLX9188 è in grado di funzionare con una tensione collettore-emettitore (VCEO) di 200 V (min.) – la più alta mai ottenuta da Toshiba in un fotoaccoppiatore automotive e 2,5 volte superiore di quella dell’attuale dispositivo TLX9185A. Il dispositivo offre un rapporto di trasferimento di corrente (IC/IF) fino al 600% e una tensione di isolamento ingresso-uscita di 3750 Vrms (min.).

Il TLX9188 è alloggiato in un package SO6 a 4 pin di dimensioni e spessore molto contenuti che misura appena 3,7 mm x 7,0 mm x 2,1 mm, adatto per i formati più recenti ad alta densità. È in grado di operare in un ampio intervallo di temperature da -40°C a +125°C ed è pienamente qualificato secondo lo standard AEC-Q101 per applicazioni automotive.

La capacità di operare ad alte tensioni rende il fotoaccoppiatore TLX9188 adatto per l’utilizzo nei sistemi di gestione delle batterie dei veicoli ibridi ed elettrici, in cui può essere utilizzato, tra l’altro, per monitorare le tensioni e la resistenza dei relè meccanici e rilevare guasti a terra.

Per accedere alla scheda tecnica e a ulteriori informazioni sul nuovo TLX9188, visitate:

https://toshiba.semicon-storage.com/eu/semiconductor/product/isolators-solid-state-relays/detail.TLX9188.html

Post correlati

Commenta questo articolo