In che modo Ethernet 10BASE-T1L single-pair avvicina i confini della rete con meno cavi

by Gen Vansteeg, Marketing Manager, Texas Instruments

Figura 1: Un sensore di campo in grado di utilizzare Ethernet 10BASE-T1L

Ethernet è ovunque intorno a noi: dai punti vendita nei negozi alla segnaletica LED negli stadi, fino ad alcune parti del processo di automazione industriale. Nonostante la sua ubiquità, tuttavia, vi sono aree in cui deve ancora raggiungere un utilizzo ampio e coerente. Questo articolo si concentrerà su un’area in particolare, la rete a due fili su lunga distanza (>1 km) a 10 Mbps, per applicazioni remote di automazione industriale, degli edifici e dei processi, come nel caso del sensore di campo nella Figura 1.

Sono molte le ragioni per cui Ethernet non ha ancora «raggiunto» queste applicazioni, in particolare il fatto che fino a poco tempo fa non esisteva una specifica Ethernet che supportasse cavi di questa lunghezza. Senza una specifica definita, i progettisti dovevano utilizzare gli standard Ethernet già esistenti per alcune parti dello sviluppo della rete e ricorrere ad altri metodi per il resto. Tuttavia, questo approccio pone diverse sfide, come l’aggiunta di gateway per supportare la combinazione di protocolli, che aumenta notevolmente la complessità del sistema.

Inoltre, vi è anche la sfida costituita dall’utilizzo del cavo, in quanto le implementazioni Ethernet standard, mostrate nella Figura 2, utilizzano in genere da due a quattro cavi a doppino ritorto e non sono progettate per comunicazioni single-pair.

Figura 2: Interfaccia Ethernet standard per comunicazioni a 10/100 Mbps in un’applicazione di controllo degli edifici

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è un estratto dell'articolo. Per continuare la lettura registrati oppure effettua l'accesso.

Post correlati

Commenta questo articolo