Nuove ferrite bead a montaggio superficiale per applicazioni automotive

Murata ha reso noto la disponibilità della nuova serie BLM18SP_SH1, ferrite beads a montaggio superficiale (SMD), in package 1608 (di dimensioni pari a soli 1,6×0,8 mm) ed espressamente ideate per applicazioni automotive.

A seguito del crescente contenuto di elettronica a bordo dei moderni veicoli, aumenta di pari passo la necessità di ridurre le possibilità che le interferenze elettromagnetiche possano compromettere la sicurezza dei veicoli stessi. Parecchie nuove applicazioni automotive, come ad esempio i sistemi ADAS (Advanced Driver Assistence System), utilizzano svariati moduli e componenti elettronici complessi e sofisticati che sono estremamente sensibili alle interferenze elettromagnetiche prodotte dai flussi di correnti (stray current). Le ferrite bead sono dispositivi essenziali in quanto permettono di ridurre le emissioni elettromagnetiche (sia irradiate sia condotte) provenienti dalle linee di potenza.

I dispositivi della nuova serie BLM18DN_SH1 utilizzano un innovativo elettrodo interno sviluppato da Murata grazie al quale è possibile migliorare le caratteristiche di impedenza diminuendo nel contempo la resistenza serie in continua (DC). Conforme alle specifiche relative ai test di resistenza alle sollecitazioni in ambito automotive previste dalla normativa AEC-Q200 per i componenti passivi, la famiglia BLM18SP_SH1 è formata da cinque componenti con valori di impedenza compresi tra 30 Ω e 1 kΩ e corrente nominale variabile da 1,2 a 6 A. L’impedenza è specificata a una frequenza di 100 MHz, mentre la corrente nominale è specificata a una temperatura di 85°C. Queste nuove ferrite bead possono operare nell’intervallo di temperatura da -55 a +125 °C (con derating).

Rispetto alle attuali ferrite bead della linea BML21PG disponibili in package 2012 (2×1,25 mm), quelle della serie BLM18SP_SH1 hanno dimensioni inferiori del 50%. Poiché gli ingombri a bordo delle schede PCB rivestono un’importanza cruciale, la riduzione delle dimensioni dei componenti utilizzati per la soppressione del rumore EMI permette di liberare spazio per i componenti dell’applicazione finale.

www.murata.com

 

 

Post correlati

Commenta questo articolo