Nuovi moduli SIMCom LTE Cat.1 per un mercato in forte screscita

Il 22 ottobre 2019, Wen Ku, portavoce del Ministero dell’Industria e dell’Information Technology e capo della Divisione Sviluppo dell’Informazione e delle Comunicazioni cinesi, ha dichiarato: “La Cina ha ora 1.257 miliardi di utenti 4G, pari al 78,8% degli utenti di telefonia mobile. Il tasso di penetrazione del 4G è già molto alto. Ed è tempo che 2G e 3G abbandonino il mercato. I provider sono incoraggiati a guidare attivamente gli utenti a cambiare le loro reti, in modo da abbandonare reti con risorse limitate per lo sviluppo di reti di comunicazione mobile 5G e 4G, riducendo i costi complessivi e migliorando l’efficienza operativa delle reti di comunicazione nazionali.” Ciò significa che dopo l’uscita delle reti 2G e 3G, le reti 4G e 5G offriranno ulteriori funzionalità.

Una opinione condivisa è che i sistemi a media velocità (Cat.1, eMTC (cat.m)) cresceranno rapidamente  rispetto a quelli ad alta velocità (5G e 4G LTE) e bassa velocità (2G GPRS e NB-IoT) e per l’LTE Cat.1 sarà boom.

Secondo le ultime ricerche di Counterpoint Research, 50 miliardi di dispositivi saranno connessi a Internet e il valore del mercato raggiungerà i 19 trilioni di dollari nel 2020. Un tale enorme accesso ai dati è destinato a stravolgere il mercato dell’IoT.

Solamente il 10% dei dispositivi avrà bisogno di connessioni ad elevata velocità (telemedicina, guida autonoma) mentre nel 60% dei casi saranno sufficienti poche decine di byte, quindi di connessioni NB-IoT (smart city, remote metering, ecc.). Il restante 30% del mercato sarà occupato dai dispositivi con tecnologia LTE CAT.1 e eMTC. Secondo una recente ricerca della Global mobile Suppliers Association (GSA), 102 provider di 52 paesi hanno implementato o lanciato reti a bassa potenza (LPWAN) dominate da NB-IoT e LTE-M; tra questi, 20 vettori utilizzano due standard contemporaneamente; più di 140 operatori continuano a investire in NB-IoT e LTE-M per supportare i futuri dispositivi e applicazioni IoT.

NB-IoT può riempire il vuoto tecnico lasciato dall’uscita delle reti 2G e soddisfare la domanda di trasmissione a bassa velocità e basso costo. LTE-M può supportare una maggiore larghezza di banda e fornire una velocità di trasmissione fino a 1 Mbps, molto più alta della velocità massima di upload / download di NB-IoT, consentendo così una maggiore velocità di trasmissione dei dati. Di conseguenza, Cat.1 ed eMTC sono in grado di soddisfare i mercati delle trasmissioni vocali e di media e bassa frequenza. Tuttavia, rispetto a Cat.1, eMTC ha poche possibilità in Cina, quindi Cat.1 occuperà il 30% del mercato per i moduli di comunicazione cellulare a media velocità.

SIMCom produce LTE Cat.1 da molto tempo; il primo modulo LTE Cat.1, il SIM7500CE, è stato lanciato nel 2015, accumulando da allora una ricca esperienza in prodotti e servizi Cat.1 in vari settori, quali localizzazione e tracciamento, gateway a bassa velocità, nonché sistemi di monitoraggio e pagamento intelligenti. A seguito del boom della tecnologia LTE Cat.1, SIMCom ha lanciato numerosi altri moduli LTE Cat.1.

SIMCom Versione Cat 1 
I moduli SIMCom Cat 1 sono suddivisi in più versioni come indicato in basso:

 

 A7670X – modulo ultra miniatura 4G, compatibile con 2G/3G/NB (Nuovo arrivo)

A7600x-xx – economico modulo Cat1, in grado di soddisfare le esigenze dei clienti in diversi segmenti di mercato, contenendo i costi (Nuovo arrivo)

Modulo SIM7600G LTE Cat1 versione globale all-in-one (Nuovo arrivo)

SIM7600X: per applicazioni industriali altamente affidabili

 

I moduli SIMCom LTE Cat.1 possono aiutare i clienti a passare rapidamente da 2G / 3G a 4G, soddisfacendo al contempo molteplici richieste di costo nei segmenti di mercato delle varie applicazioni. Rispetto a NB-IoT e LTE Cat.4, presenta numerosi vantaggi in termini di costi.

  1. Costruzione della rete

Le implementazioni dei carrier LTE 4G globali sono tutte basate sul protocollo 3GPP Release 8 minimo, quindi SIMCom LTE Cat.1 può connettersi senza problemi alle reti LTE esistenti con un costo della copertura di rete molto basso.

  1. Costo del chip

A seguito dell’ottimizzazione del sistema, l’integrazione è maggiore, l’architettura hardware dei moduli è più semplice e il costo dell’hardware periferico è inferiore.

  1. Ritardo

I moduli SIMCom LTE Cat.1 sono paragonabili ai moduli LTE Cat.4 in termini di ritardo nella trasmissione (qualche millisecondo).  Supportano anche oggetti in movimento a più di 100 km / h, mentre il costo è inferiore di quasi il 30% rispetto a dispositivi Cat 4.

 

 

 

 

Post correlati

Commenta questo articolo