Progettare applicazioni industriali più intelligenti

Innovazioni come AI, IoT e IIoT hanno introdotto tecnologie più intelligenti in ambienti difficili, il che ha permesso di creare applicazioni che prima non si credevano possibili. Vediamo quali aspetti considerare per lavorare con AI, IoT e altre applicazioni avanzate per ambienti difficili

Nell’automazione industriale e nelle industrie pesanti, come quella petrolifera e del gas, vibrazioni, temperature estreme, prodotti e sostanze chimiche finiscono spesso per danneggiare i sistemi elettrici. Le applicazioni rinforzate richiedono un portfolio molto diverso rispetto alle soluzioni tradizionali. Approcci di connettività standard non sono applicabili ad ambienti ostili, dove la posta in gioco è troppo alta per fallire. I progettisti elettronici devono tener conto dei fattori ambientali prima della fase di progettazione, scegliendo i prodotti che hanno qualifiche e valutazioni adeguate ad assicurare la protezione di apparecchiature di valore e del personale.

In questo articolo, non possiamo esplorare tutte le necessità di un intero ecosistema di componenti IIoT, ma ci concentreremo solo su pochi elementi chiave delle applicazioni, fornendo ai progettisti un’idea delle modifiche che dovranno apportare ai loro progetti.

 

Connettori

Un buon punto d’inizio sono i connettori, dal momento che essi sono componenti fondamentali della maggior parte di applicazioni IIoT. I connettori dovrebbero essere progettati per trasmettere dati e un’alimentazione affidabile nelle condizioni più difficili. Siano essi connettori HDMI, RJ45, RJ11, a fibra ottica, scheda-a-scheda o di altro tipo, le sfide chiave stanno nel prevenire l’ingresso di polvere e liquidi insieme alla capacità di sopportare forti sollecitazioni.

I connettori rinforzati con IP67/IP68 o i connettori dinamici classificati IP69k, sigillati ermeticamente, sono un’ottima scelta perché forniscono connessioni sicure in ambienti difficili o ostili. Sono particolarmente importanti per misurazioni subacquee, agricole e all’aperto, per apparecchiature medicali e altre applicazioni in cui lavaggi frequenti o esposizione all’umidità rappresentano delle minacce operative.

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è un estratto dell'articolo. Per continuare la lettura registrati oppure effettua l'accesso.

Post correlati

Commenta questo articolo