A Jesolo 2 mila ombrelloni ad energia solare

Si chiama Solex ed è un meccanismo elettromeccanico in grado di aprire e chiudere qualsiasi ombrellone. Naturalmente l’energia elettrica necessaria viene fornita da una batteria incorporata che viene ricaricata tramite un piccolo pannello fotovoltaico. Dopo una sperimentazione su 400 ombrelloni nel 2016, pochi giorni fa, uno dei più grandi stabilimenti di Jesolo, ha dotato tutti i suoi 2 mila ombrelloni di questo simpatico e utile marchingegno che può essere controllato mediante un telecomando o un’app da smartphone. Sicuramente meno lavoro per i bagnini, che avranno più tempo per “assistere” le…

Nigeria, campo di calcio illuminato con l’energia solare e cinetica

In Nigeria è stato inaugurato un campo di calcio situato in un istituto per insegnanti di Lagos,  grazie alla cooperazione  tra Shell, il musicista Akon e Pavegen, azienda del Regno Unito impegnata nella risoluzione dei problemi di approvvigionamento elettrico in Africa. Questo speciale campo di calcio solare ha una peculiarità, è l’unico che all’energia prodotta dal sole unisce la cinetica per generare corrente elettrica. La tecnologia di Pavegen impiega infatti delle “piastrelle” che assorbono l’energia cinetica prodotta dalla corsa dei calciatori sul campo, generando corrente capace di alimentare sistemi a basso voltaggio, come l’illuminazione…

Energia solare immagazzinata nei vestiti

Un team di ricercatori del MIT di Boston, guidato dal professor Jeffrey Grossman ha sintetizzato un nuovo materiale, un film polimerico trasparente in grado di raccogliere e stoccare l’energia solare immagazzinata durante il giorno per diffonderla quando è necessario. La chiave del successo ideata dal team di ricercatori consta in una molecola che può rimanere stabile in due diverse configurazioni: quando viene esposta alla luce, l’energia solare viene raccolta anche per un lasso di tempo molto ampio e poi quando viene attivata esternamente da una luce o dall’energia elettrica, la…

In Ruanda una centrale solare di 8,5 megawatt

In Ruanda campeggia dal luglio 2015 una centrale solare di 8,5 megawatt (MW), grazie all’offerta congiunta arrivata al governo africano da Gigawatt Global, Norfund e Scatec Solar. La costruzione della centrale, iniziata nel febbraio del 2014, porterà l’energia rinnovabile in diverse aree del Ruanda. Il progetto, sostenuto anche dal presidente statunitense Obama, è costato 23.7 milioni di dollari. Sono 28,360 i pannelli solari installati in uno scenario mozzafiato. Il campo solare della centrale è collegato ad un server centrale a Oslo e può essere monitorato via Internet. Ogni 1,9 metri…

In Marocco la più grande centrale solare del mondo

Sorgerà nella regione di Ouarzazate in Marocco, la più grande centrale ad energia solare del mondo, grazie ad un prestito di 654 milioni di euro, sostenuto dai ministeri per l’Ambiente e per la Cooperazione e lo sviluppo economico della Germania. Il complesso solare consentirà di risparmiare circa 800.000 tonnellate di CO2 all’anno e contribuirà ad avvicinare il Marocco a toccare i prefissati due gigawatt di energia solare entro il 2020. Il gruppo bancario KfW  finanzierà le due centrali solari (a torre ed elettrica parabolica), che fungeranno da componenti principali del…

Le finestre del futuro saranno “smart”

Grazie ad innovativi materiali hi-tech le finestre del futuro saranno intelligenti: lasceranno passare la luce ma non il calore e bloccheranno i raggi solari, scaldando ugualmente la casa. Ad ideare le finestre ‘smart’ sono i ricercatori della Scuola di ingegneria Cockrell dell’università del Texas. Grazie a materiali speciali sarà possibile controllare in maniera precisa il passaggio dell’energia termica e della luce solare, in maniera da ridurre i costi per il riscaldamento e per il raffreddamento della casa, usufruendo di un sistema efficiente. I materiali elettrocromici a doppia banda utilizzati vantano…

Solar impulse 2: urgono 20 milioni di euro per completare il giro del mondo

Bertrand Piccard, uno dei due piloti che insieme ad André Borschberg si è alternato alla guida di Solar Impulse 2, l’aereo a energia solare che mira a compiere il giro del mondo sfruttando solamente le energie pulite, ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo la prosecuzione della missione del velivolo solare: “Abbiamo circa 120 persone sul libro paga e in più ci sono i costi di volo per il prossimo anno. Abbiamo bisogno di circa 20 milioni di euro, anche se alcuni partner hanno già detto di voler continuare a supportarci. Per…

Nel deserto del Sahara la torre sostenibile del futuro

Lo studio di architettura francese OXO sta progettando una torre sostenibile che sorgerà nel deserto del Sahara, al fine di rendere abitabile l’ambiente circostante. Il Sahara avanza ogni anno avanza di circa 48 km, costringendo le popolazioni ad emigrare. L’installazione della torre sostenibile, isolata termicamente da un guscio che protegge l’edificio dalle alte temperature, consentirebbe invece di ospitare al suo interno spazi residenziali, uffici, biblioteche, palestre, piscine, osservatori metereologici e vegetazione. La torre sostenibile, alta 450 metri, sarà composta da 600 residenze, dall’hotel e dagli uffici che occuperanno il 20%…

Il dissalatore fotovoltaico che rende potabile l’acqua salata

Il MIT Boston, in collaborazione con Jain, azienda statunitense di sistemi di irrigazione, ha creato un nuovo dissalatore fotovoltaico, che rende potabile l’acqua salata, anche in condizioni meteorologiche avverse. Il progetto che si è aggiudicato il premio Desal 2015, consta in pannelli solari che ricaricano delle batterie che alimentano una macchina per elettrodialisi, che fa passare l’acqua tra due elettrodi con carica opposta che estraggono fuori gli ioni dall’acqua, lasciando solamente quella dolce all’interno del flusso. Ci pensano poi alcune membrane a separare l’acqua dolce da quella salata con i…

Solar impulse 2: al via il giro del mondo dell’aereo solare

Solar Impulse, il velivolo completamente privo di carburante, con un’apertura alare di 72 metri, alimentato solamente dall’energia solare, progettato da Borschberg e Piccard, si è alzato in volo per girare attorno al mondo in un viaggio che durerà cinque mesi, diviso in dodici tappe. Solar impulse 2 è decollato da Abu Dhabi, alle ore 7.12 ora locale (4.12 italiane) del 9 marzo dalla capitale degli Emirati Arabi Uniti. L’arrivo della prima tappa del viaggio è Mascate, capitale del sultanato dell’Oman, dove l’aereo solare è arrivato in giornata. Il velivolo nella…