Avnet Silica annuncia la disponibilità dei gateway LoRaWAN di Miromico abilitati per Microsoft Azure Sphere

La robusta soluzione di rete LoRaWAN ad alta sicurezza soddisfa le esigenze di un’ampia gamma di applicazioni IoT: dalla vendita al dettaglio all’agricoltura, fino agli edifici e alle città intelligenti Avnet Silica ha annunciato oggi la disponibilità dei gateway LoRaWAN abilitati per Microsoft Azure Sphere proposti da Miromico, un affermato OEM di dispositivi IoT che offre servizi di progettazione nel campo dei circuiti integrati, dei sistemi elettronici, del software e della produzione. I nuovi gateway LoRaWAN di Miromico si integrano perfettamente con la piattaforma Microsoft Azure Sphere, che consente il…

Switch Unmanaged con grado di protezione IP67

I nuovi switch unmanaged per l’installazione sul campo ampliano la gamma di prodotti di switch Ethernet di Phoenix Contact. Le nuove varianti 1608 e 1708 della famiglia FL Switch 1000 presentano i gradi di protezione IP65/IP66/IP67 e semplificano l’integrazione nella rete di sensori distribuiti, attuatori, telecamere e stazioni I/O. Fig. 1 Il design robusto dell’alloggiamento offre opzioni quasi illimitate per la scelta della posizione di montaggio. La flessibile tecnologia di connessione M12 consente all’utente di scegliere tra l’utilizzo di connettori M12 classici con connessione a vite e il sistema di…

Cavi patch RJ45 per applicazioni building

Phoenix Contact amplia la propria gamma con nuovi cavi patch della serie RJ45 Building. Grazie alla guaina del cavo della classe di materiale Low Smoke Zero Halogen (LSZH), i cavi patch schermati sono ideali per soluzioni di cablaggio a prova di futuro nell’automazione degli edifici. Le velocità di trasmissione dati fino a 10 GBit/s secondo CAT5 e CAT6A consentono applicazioni Ethernet con requisiti elevati. Il gancio di bloccaggio protetto assicura un design robusto ed una maggiore resistenza alle vibrazioni. Le certificazioni che coprono il mercato mondiale e le lunghezze dei…

Controller e PC in un unico dispositivo

B&R equipaggia il proprio PC per veicoli industriali con il software B&R Hypervisor. Ciò gli permette di funzionare contemporaneamente sia come controller ad alte prestazioni sia come PC Windows o Linux, consentendo l’implementazione di applicazioni di automazione avanzata in ambiti ostili come quello dell’agricoltura con un solo dispositivo. Il General Purpose Operating System (GPOS) e il sistema operativo real-time sono collegati tramite un’interfaccia di rete virtuale. Il software Windows con una connessione cloud potrebbe essere utilizzato per calcolare il percorso ottimale da seguire per un veicolo industriale, ad esempio, mentre il…

Scegliere il giusto protocollo Ethernet industriale a livello di impianto

Di Vibhoosh Gupta Ethernet domina le comunicazioni nell’automazione industriale, ma gli utenti devono comunque scegliere i migliori protocolli industriali da utilizzare ai vari livelli dell’architettura. Le applicazioni di automazione industriale si basano sulla connettività dai livelli più bassi a quelli più alti. Le connessioni di campo più basilari sono i punti di I/O cablati, che nel corso degli anni sono stati integrati e poi sostituiti dai bus di campo industriali. Per le comunicazioni tra gli elementi di automazione di livello superiore sono più adatti reti e protocolli di altro tipo.…

Switch Managed con grado di protezione IP67

I nuovi Switch Managed per l’installazione in campo completano da subito l’offerta di switch Ethernet di Phoenix Contact. I nuovi dispositivi FL Switch 2600 e 2700 con grado di protezione IP65/66/67 estendono l’offerta della famiglia di prodotti FL Switch 2000 semplificando l’integrazione di sensori, attuatori, telecamere o stazioni I/O distribuite in rete. La forma sottile consente varie posizioni di montaggio. Grazie alla tecnologia di connessione M12 flessibile, gli utenti possono scegliere tra l’utilizzo dei connettori M12 classici con connessione a vite e il bloccaggio rapido Push-Pull M12 di Phoenix Contact.…

Integrazione rapida tramite IO-Link

Il nuovo sistema MD7 di Leuze semplifica l’automazione: Master IO-Link, hub e sensori permettono di implementare sistemi ad alte prestazioni nella smart factory. Il nuovo sistema MD7 di Leuze consente una potente automazione. È facile da integrare: Gli hub IO-Link sono un modo conveniente per gli utenti di integrare sensori digitali aggiuntivi nel sistema, se necessario, ed estendere il sistema in modo flessibile ed economico. Questo assicura che gli utenti beneficino di dati e processi sempre trasparenti. Grazie al sistema sincronizzato di master IO-Link e sensori Leuze, le macchine collegate…

POSITAL aggiorna l’interfaccia PROFINET per encoder rotativi assoluti

POSITAL ha migliorato le prestazioni dell’interfaccia di comunicazione PROFINET per la serie di encoder assoluti IXARC. La velocità dell’interfaccia è stata aumentata, riducendo il tempo di ciclo di un fattore otto (125 μs). Inoltre, sono state aggiunte nuove funzionalità, tra cui il monitoraggio dell’accelerazione e gli avvisi di sovratemperatura. L’uscita dagli encoder può essere scalata (amplificata o ridotta) per soddisfare i requisiti del controllo. La divisione in frazioni è ora possibile, il che significa che virtualmente qualsiasi fattore di divisione può essere applicato. PROFINET, uno sviluppo del sistema di bus…

Scegliere il giusto protocollo Ethernet industriale a livello di impianto

Di Vibhoosh Gupta Ethernet domina le comunicazioni nell’automazione industriale, ma gli utenti devono comunque scegliere i migliori protocolli industriali da utilizzare ai vari livelli dell’architettura. Le applicazioni di automazione industriale si basano sulla connettività dai livelli più bassi a quelli più alti. Le connessioni di campo più basilari sono i punti di I/O cablati, che nel corso degli anni sono stati integrati e poi sostituiti dai bus di campo industriali. Per le comunicazioni tra gli elementi di automazione di livello superiore sono più adatti reti e protocolli di altro tipo.…

Le applicazioni A2B, dall’A alla Z

Di Joe Triggs, Applications Manager Durante la propria storia, l’industria automotive ha lasciato molti esempi di sfruttamento tecnologico dei mercati laterali e complementari; industriale, consumer e sanitario, giusto per citarne alcuni. A partire dalla rivoluzione della produzione di massa dell’automobile, all’introduzione dei sistemi a nastro trasportatore, ispirati all’industria mineraria, fino al recupero delle energie di processo, cresciuto sempre a ritmi sostenuti sin dall’inizio, più di 30 anni fa, delle prime unità elettroniche di controllo (ECU) che sfruttavano le possibilità di un microcontrollore, gli esempi in cui l’industria automotive ha tratto vantaggi…