Garmin è il primo leader del settore marittimo a offrire localizzazione multibanda con frequenze L1 e L5

Le nuove funzioni dell’antenna marina GPS 24xd forniscono precisione di direzione e posizionamento inferiore al metro metro. Garmin ha annunciato oggi il ricevitore di posizione marino 24xd GPS e antenna con GPS multibanda, che offre ai naviganti i dati di posizione e di rotta più avanzati disponibili. Il GPS 24xd utilizza entrambe le frequenze L1 e L5, insieme al supporto multi-costellazione (GPS, Galileo, GLONASS, BeiDou), per fornire funzionalità GPS multibanda che consentono la… leggi tutto

Da STMicroelectronics un modulo GNSS di facile utilizzo che integra il chip Teseo III

STMicroelectronics sta rendendo accessibile il ricevitore satellitare per la navigazione Teseo III a una comunità di progettisti più ampia introducendo il modulo Teseo-LIV3F, che integra funzionalità essenziali per accelerare lo sviluppo di applicazioni e implementa fino a 16 Mbit di memoria Flash per l’aggiornamento del firmware o la registrazione dei dati, senza dover utilizzare un backup con batteria. Molto apprezzato dagli esperti dei settori automobilistico e industriale, il ricevitore… leggi tutto

Localizzazione satellitare di precisione, le nuove performance  

Probabilmente a causa dei ritardi nel dispiegamento della costellazione europea Galileo così come nella sostituzione dei satelliti GPS americani più vecchi con quelli di nuova generazione, sono ancora pochi i ricevitori per localizzazione satellitare in grado di sfruttare le innovative funzionalità offerte dalle nuove reti GNSS per la localizzazione satellitare. Sembra quasi che anche i costruttori se la siano presa un po’ “comoda”, e non ha ancora implementato nei propri prodotti le… leggi tutto

Galileo accelera verso quota 14

Entro questa estate il sistema europeo di navigazione Galileo potrà contare su 14 satelliti in orbita: la Commissione europea ha infatti deciso di accelerare il dispiegamento del segmento spaziale anticipando a maggio il lancio con il Soyuz che era previsto a inizio 2017. La decisione è stata presa anche in conseguenza della piena disponibilità dei satelliti 13 e 14 realizzati dalla tedesca OHB: si tratta di satelliti FOC (Full operational capability), che hanno completato tutti i test… leggi tutto

Un supercomputer da un milione di operazioni al secondo per la ricerca italiana

[caption id="attachment_17827" align="alignnone" width="420"] Photo Credit: Cineca[/caption] Dopo un breve periodo di collaudo e accettazione, è entrato in funzione a pieno regime Galileo, il nuovo supercomputer installato al Cineca di Bologna. L’investimento è il risultato di un’azione di sviluppo congiunto con INFN e Università di Milano-Bicocca, che hanno in parte cofinanziato i costi di acquisizione del nuovo sistema. Galileo si affianca a Fermi, il supercomputer per la ricerca accademica… leggi tutto