TMD2712, il più avanzato sensore di prossimità e di luminosità di ams

  • Il nuovo modulo TMD2712 di ams integra un emettitore IR, un sensore di luce ambientale (ALS) e un sensore di prossimità con un ingombro di soli 1 mm x 2 mm
  • Le ridotte dimensioni e l’esperienza di integrazione di ams consentono il posizionamento del sensore accanto alla fotocamera frontale
  • Le innovazioni funzionalità, incluso un rilevamento di prossimità avanzato, semplificano l’integrazione del TMD2712 nel display di qualsiasi smartphone

ams porta la miniaturizzazione dei sensori ottici per smartphone a un nuovo livello di integrazione con l’introduzione del modulo TMD2712, il più piccolo sensore al mondo di luce ambientale (ALS) e di prossimità con dimensioni di appena 1 mm x 2 mm.

Il TMD2712, che ha uno spessore di soli 0,5 mm, può essere inserito sotto il display LCD touchscreen, accanto alla fotocamera anteriore. Ciò supporta la tendenza di produrre cellulari con una cornice minimale o anche senza cornice, un approccio al design industriale che massimizza il rapporto schermo-corpo e offre all’utente la più ampia area di visualizzazione possibile.

Il nuovo sensore è una completa soluzione di sistema per il rilevamento accurato della luce ambientale, consentendo la gestione della luminosità del display, per mantenere una visione ottimale in tutte le condizioni di illuminazione e per un rilevamento di prossimità affidabile, ad esempio spegnere il display touchscreen quando la parte anteriore del telefono è vicino a un oggetto come il viso dell’utente. Incorpora un emettitore laser ad infrarossi VCSEL (vertical cavity surface emitting laser) a bassa potenza, un driver VCSEL, fotodiodi IR/luce visibile e logica di controllo.

La combinazione di specifiche tecnologie da parte di ams, la profonda conoscenza dei sensori di luce ambientale e di rilevamento di prossimità nonché la comprovata esperienza nella produzione di dispositivi di qualità in volumi elevati, danno ai produttori di smartphone la certezza che ams sosterrà le loro esigenze di sviluppo di telefoni sempre più innovativi.

Jian Liu, Strategic Program Director in the Integrated Optical Sensors business line presso ams, afferma: “Il TMD2712, il migliore sensore di prossimità con ALS della categoria, estende ulteriormente le scelte dei clienti per i sensori ottici per smartphone. Per tutte le tecnologie di visualizzazione, ams offre i migliori prodotti della categoria per realizzare prodotti senza cornice. Da soluzioni come il sensore TMD3719, il primo modulo sensore di luce ambientale, prossimità e sfarfallio del settore, che funziona completamente dietro un display OLED, al TMD2755, il modulo sensore di luce ambientale e di prossimità più piccolo al mondo ottimizzato per progetti con spazio limitato tra il display LCD e la cornice, e ora l’ultimo TMD2712 ottimizzato  per essere posizionato accanto alla fotocamera frontale.”

Facile da integrare nei nuovi progetti di smartphone

Il TMD2712 offre una facile integrazione nei display offrendo una misurazione accurata della luce ambiente e degli infrarossi. L’emettitore e i fotodiodi VCSEL del modulo sono sfalsati rispetto alla linea centrale del package per dare al produttore una maggiore flessibilità nel posizionamento del sensore insieme ad altri componenti come, ad esempio, la telecamera. Il sistema di rilevamento di prossimità del modulo, che offre una migliore reiezione della diafonia ottica, funziona in modo affidabile con un ampio campo visivo e una maggiore distanza, evitando la necessità di componenti dedicati come un tubo luminoso, un interposer o un inchiostro speciale.

L’uso di un emettitore VCSEL e l’implementazione di sistemi di ottimizzazione della potenza si traducono in un basso consumo energetico con un conseguente aumento dell’autonomia della batteria. Il sensore TMD2712 funziona con un’alimentazione di 1,8 V e assorbe solo 0,7 µA in modalità sleep.

L’ALS TMD2712 e il sensore di prossimità sono al momento disponibili per il campionamento. ams dispone anche di una scheda di valutazione per questo componente.

 

 

.

Post correlati

Commenta questo articolo