Trimestrale record per Intel che si prepara per l’impatto del COVID-19

Ancora una volta Intel sorprende analisti e investitori con una trimestrale (Q1Y20) che supera tutte le previsioni: le vendite hanno sfiorato i 20 miliardi di dollari con un incremento del 23% trimestre su trimestre, mentre l’utile per azione è salito del 63% a quota 1,45 dollari.

Non c’è voce di bilancio o comparto commerciale che non mostri un segno positivo. In questo primo trimestre del 2020, Intel ha generato 6,2 miliardi di dollari di liquidità dalle operazioni e  2,9 miliardi di free cash flow, rafforzando allo stesso tempo la liquidità con 10,3 miliardi di nuovi debiti e con la sospensione dei riacquisti di azioni. Quest’ultima decisione è stata presa per affrontare nel modo migliore gli effetti della pandemia da COVID-19 che sta iniziando a colpire gli Stati Uniti e che sicuramente si ripercuoterà anche sull’attività di Intel.

Questa la tabella con i principali dati finanziai del primo trimestre 2020:

Le nostre prestazioni del primo trimestre testimoniano l’attenzione del nostro team alla salvaguardia dei dipendenti, il supporto dei nostri partner della catena di approvvigionamento e la consegna ai nostri clienti durante questa sfida senza precedenti“, ha dichiarato Bob Swan, CEO di Intel. “Il ruolo che la tecnologia gioca nel mondo è più essenziale che mai, e la nostra opportunità di arricchire la vita e consentire il successo dei nostri clienti non è mai stata così vitale. Guidati dai nostri valori culturali, vantaggi competitivi e forza finanziaria, sono fiducioso che emergeremo da questa situazione con un’azienda ancora più forte“.

I risultati settore per settore

La seguente tabella illustra i risultati nei vari settori:

Nel primo trimestre, Intel ha realizzato una crescita dei ricavi nel settore Data-centric del 34% e una crescita dei ricavi in ambito PC-Centric del 14% YoY.

I risultati incentrati sui dati del primo trimestre sono stati guidati dalla forza del Data Center Group (DCG), con ricavi in ​​crescita del 43% su base annua, trainati da un’ampia forza, compresa la crescita del 53% su base annua delle entrate dei fornitori di servizi cloud. Il business delle memorie di Intel (NSG) e Mobileye hanno entrambi stabilito nuovi record di entrate nel primo trimestre. Inoltre, Intel ha introdotto un ampio portafoglio incentrato sui dati per l’infrastruttura di rete 5G, incluso il nuovo Intel Atom P5900, un sistema su chip (SoC) da 10 nm per stazioni base wireless, un ASIC strutturato di nuova generazione per l’accelerazione della rete 5G (nome in codice ” Diamond Mesa”); e nuovi processori scalabili Intel  Xeon  di seconda generazione.

Il business incentrato sui PC (CCG) ha superato le aspettative, con una performance del 14% YoY nel primo trimestre sul miglioramento dell’offerta di CPU e della forza della domanda, poiché i consumatori e le aziende si affidano ai PC per lavorare e apprendere a casa.

La quotazione delle azioni Intel è aumentata del 7% dopo la diffusione della trimestrale passando da 56,36 a 60,10 dollari per azione. Nel corso della settimana la quotazione ha mantenuto questi livelli chiudendo il mese di aprile a quota 59,98 dollari.

www.intc.com/results.cfm

 

 

Post correlati

One Thought to “Trimestrale record per Intel che si prepara per l’impatto del COVID-19”

  1. […] Trimestrale record per Intel che si prepara per l’impatto del COVID-19 […]

Commenta questo articolo